#CORONA VIRUS: il #3maggio2020 nuova data per la fine del #lockdown. Nel frattempo ti indebiti ancora!

#CORONA VIRUS: il #3maggio2020 nuova data per la fine del #lockdown. Nel frattempo ti indebiti ancora!  Il #DPCM del #10aprile2020 ha stabilito una nuova data per la fine del lockdown.…

Continua a leggere#CORONA VIRUS: il #3maggio2020 nuova data per la fine del #lockdown. Nel frattempo ti indebiti ancora!

#CORONAVIRUS: Hai un’#enoteca? Vuoi aumentare le tue vendite anche in #quarantena?

#CORONAVIRUS: Hai un’#enoteca? Vuoi aumentare le tue vendite anche in #quarantena? Hai la serranda abbassata da un po’ tempo? È vero che il vino invecchiato è più buono, ma non…

Continua a leggere#CORONAVIRUS: Hai un’#enoteca? Vuoi aumentare le tue vendite anche in #quarantena?

#CORONAVIRUS: Hai un negozio di #abbigliamento, #intimo o di #calzature? Hai la serranda abbassata da un po’ di tempo?

Gestire questo periodo sta diventando difficile. Le scadenze incombono, i fornitori devi pagarli, per i dipendenti magari sei riuscito ad attivare la cassa integrazione, l’affitto lo devi pagare, le utenze…

Continua a leggere#CORONAVIRUS: Hai un negozio di #abbigliamento, #intimo o di #calzature? Hai la serranda abbassata da un po’ di tempo?

I dipendenti a casa con la cassa integrazione, e tu come prendi gli ordini a domicilio?

Il decreto del 17 marzo e poi quello del 22 marzo hanno inasprito ulteriormente la chiusura delle attività e la riduzione del personale per evitare che la gente esca di casa.

Nel DPCM del 17/03/2020 ci sono le specifiche per poter accedere agli ammortizzatori sociali.

Come sempre, noi di Comanda Professionale, avvalendoci della collaborazione di professionisti, cerchiamo di essere vicini ai nostri clienti, ma soprattutto di dare uno spunto in più a chi si avvicina al nostro mondo. Abbiamo cercato di facilitare il compito di chi dovrà accedere alla cassa integrazione selezionando gli articoli che, a mio parere, sono quelli che riguardano che riguardano i dipendenti. Nello specifico il 19 ed il 22.

L’ art. 19 del DPCM del 17/03/2020 sancisce le NORME SPECIALI IN MATERIA DI TRATTAMENTO ORDINARIO DI INTEGRAZIONE SLARIALE O ASSEGNO ORDINARIO, in buona sostanza per chi ha più di 5 dipendenti e senza dover fare comunicazione preventiva ai sindacati.

L’art. 22 del DPCM del 17/03/2020 sancisce le NUOVE DISPOSIZIONI PER LA CASSA INTEGRAZIONE IN DEROGA, per chi ha meno di 5 dipendenti ma deve comunque passare per la domanda tramite un accordo (anche in via telematica) con un sindacato.

Ovviamente abbiamo sintetizzato al massimo, non abbiamo intenzione di sostituirci ai tuoi consulenti, però se proprio vuoi leggere il decreto, questo è il link al sito della Gazzetta Ufficiale: https://www.gazzettaufficiale.it/eli/gu/2020/03/17/70/sg/pdf

Ora che abbiamo capito come garantire comunque un introito ai nostri dipendenti, come facciamo a continuare (anche se solo in parte) il nostro lavoro?

Le attività che si sono organizzate per la consegna a domicilio, possono continuare a lavorare.

Considerato anche il fatto che su Ilsole24ore del 29/03/2020 c’era riporta la notizia che le ultime attività a riaprire saranno proprio BAR, RISTORANTI ecc., molti cercheranno di organizzarsi (nel tentativo di limitare i danni economici di questo periodo) con la consegna a domicilio.

 

La soluzione per poter lavorare con il personale ridotto? ORDINEFAST.

 

App unica nel suo genere, agevola il lavoro per la presa degli ordini da consegna a domicilio che arrivano direttamente sul pannello di controllo del gestore, con tutti i dati di chi ha fatto l’ordine (nome, indirizzo ecc.), gli articoli ordinati, ed in caso di ristorante/pizzeria/take away, con eventuali note di variazione o comunicazioni di allergie. Potrai comunicare con il cliente, confermando l’ordine, variandone le quantità ordinate o eliminando i prodotti ordinati se non disponibili. Puoi comunicare al cliente l’ora della consegna, e a breve sarà disponibile anche il pagamento diretto con moneta elettronica.

Potrai aggiornare il menù in autonomia ed in tempo reale, senza dover ricorrere all’ausilio di nessuno e senza dover aspettare le autorizzazioni di chi concede in utilizzo la App.

I messaggi popup ti danno la possibilità di rimanere sempre in contatto con i tuoi clienti e di avvisarli delle promozioni o di un nuovo piatto/prodotto sul tuo menù/negozio on-line, gli orari di apertura ecc.

Le funzioni supplementari di OrdineFast, fanno sì che potrai utilizzarla anche in sala, con il supporto del Tavolo Interattivo o menù elettronico che dà la possibilità al cliente di ordinare da solo dal tavolo o con l’ausilio di un cameriere.

 

La funzione CallMe, unica nel suo genere, permette ai tuoi clienti ed anche ai centri di produzione di entrare in contatto con i camerieri, con un messaggio che arriva direttamente sullo Smartwatch senza dover urlare, sbracciarsi, o utilizzare quei campanelli fastidiosi tipo reception di un hotel.

Come già detto all’inizio, le attività di ristorazione che si sono organizzate per la consegna a domicilio possono continuare la loro attività, se pur solo in parte.

Resta solo da capire: come vorrai fare per poter recuperare gli ordini?

Sicuramente mi dirai che i tuoi clienti di chiamano o ti mandano un messaggio su WhatsApp. E se non sei nel locale e ti chiamano (perché ovviamente non hai gli stessi orari di quando sei aperto al pubblico)? 

Ma soprattutto, il tuo menù come lo fai consultare? Con OrdineFast risolvi tutti i tuoi problemi.

Io per prima, avrò collezionato una marea di menù delle pizzerie dove ordino più frequentemente, perché ne perdo in quantità.

La soluzione è ORDINEFAST, la App che vi permetterà di ricevere gli ordini direttamente senza telefono, WhatsApp ecc.

Semplice ed intuitiva sia per il gestore che per il cliente, OrdineFast è la App che cambia il modo di lavorare sia in questo periodo che dopo.

Richiedi la tua piattaforma OrdineFast, fino al 3 aprile è gratis. Affrettati perché manca poco.

(altro…)

Continua a leggereI dipendenti a casa con la cassa integrazione, e tu come prendi gli ordini a domicilio?